Partecipazioni di nozze: come invitare e cosa scrivere

Giovedì 13 giugno 2013
partecipazioni di nozze
 
Le partecipazioni sono il biglietto da visita delle vostre nozze. Il tipo di carta, più o meno pregiato, la calligrafia scelta, i colori, il formato, sono gli elementi che per primi connoteranno il vostro matrimonio e daranno agli invitati indicazioni in merito al tipo di ricevimento a cui prenderanno parte. Proprio come un biglietto da visita, il cartoncino dell'invito dirà immediatamente qualcosa di voi, quindi non trascurate questa scelta e non liquidatela come "ininfluente". Graficamente, tenete a mente lo stile e il tema portante delle vostre nozze, richiamate i colori della palette scelta per i decori e gli allestimenti, sfruttate il tema delle nozze se ne avete uno. 
 
Le partecipazioni fanno parte della stationary, termine anglosassone che si riferisce a tutta la parte cartacea di un evento come il matrimonio: inviti, menù, segnaposti, escort cards, guestbook, ringraziamenti, libretto della cerimonia, programma della giornata. La cosa migliore è fare in modo che la stationary sia completamente coordinata, con gli stessi colori, gli stessi font. Darà un'immagine coordinata, curata, non rinunciateci!
 
Le partecipazioni vanno consegnate a mano circa tre mesi prima della data delle nozze. La partecipazione vera e propria si intende come comunicazione della celebrazione del matrimonio e l'implicito invito a partecipare alla cerimonia, ma solo ed esclusivamente a quella. Per invitare una persona anche al banchetto, è necessario stampare dei cartoncini più piccoli, graficamente coordinati con la partecipazione, dove andrete ad indicare dove si terrà il ricevimento, pranzo o cena che sia. Non dimenticate di inserire la sigla RSVP (réspondez, s'il vous plaît), la quale ricorderà ai vostri invitati di darvi "gentile conferma" in tempo utile per poter organizzare al meglio il vostro wedding party.
 
Nel caso di un invitato residente in altra città o altro stato, nonostante l'abbiate già avvertito telefonicamente o via mail, non siete esonerati dalla consegna dell'invito ufficiale. Potete spedirlo, ma è assolutamente vietato scrivere l'indirizzo e incollare il francobollo sulla busta della partecipazione. Inseritela in una busta più grande, magari rinforzata ed impermeabile, e affrancate quest ultima.
 
I nomi dei destinatari sulle buste andranno scritti in bella grafia, a mano e con un inchiostro dello stesso colore delle partecipazioni. Fate attenzione ad indirizzarle correttamente, a seconda che si tratti di un amico, di una coppia sposata, di una famiglia, calibrando i titoli a seconda del livello di formalità dell'evento.
 
  • Evitate di scrivere "Famiglia Rossi" se non volete bambini al ricevimento, limitatevi a invitare "Francesca e Mario Rossi"
  • Indirizzate la partecipazione a "Mario Rossi e Signora" se non conoscete il nome della compagna in questione
  • Una dama si intende, secondo il galateo, sempre invitata con un accompagnatore, chiarite quindi questo punto nel momento in cui andrete a chiedere conferma
 
E cosa scrivere sulla partecipazione? Ecco qualche esempio!
 
  • Partecipazione classica
 
partecipazione classica
 
  • Annuncio dei soli sposi
 
partecipazione annuncio soli sposi
 
  • Partecipazione genitore vedovo
 
partecipazione genitore vedovo
 
  • Partecipazione genitori divorziati
 
partecipazione genitori divorziati

Non perderti gli aggiornamenti!

Iscriviti subito alla newsletter!

Aspetta! C'è dell'altro!

Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!

Images Credits:

Sono Valeria Ferrari, wedding planner, e sono qui per organizzare il vostro grande giorno. Leggi di più...

I MIEI POST PIÙ LETTI
Vai alla raccolta

IN REGALO PER VOI
Il mio eBook gratuito
Mi sposo, e adesso?
IL MIO CORSO IN AULA
Wedpreneur Weekend

per i professionisti
del mondo wedding

BRIDAL STARTER KIT
TROVA NEL BLOG