Anello di fidanzamento

Lunedì 21 ottobre 2013

il solitario, l'anello di fidanzamento più famoso

Abbiamo già avuto modo di vedere, parlando delle fedi nuziali, come molti riti che ancora oggi vengono compiuti durante la celebrazione di un matrimonio abbiano una derivazione medievale, se non ancora più antica.

 

L'atto dello sposarsi, prima del cinquecento, quando la chiesa impose una cerimonia pubblica come condizione di validità del legame coniugale, era un processo che aveva una durata molto lunga e attraversava varie fasi, che andavano a concludersi con la coabitazione della nuova coppia. La prima di queste fasi, quella che dava inizio al graduale riconoscimento pubblico della legittimità del vincolo, era la consegna di un anello da parte del futuro sposo alla ragazza, la quale, a seconda del ceto sociale e degli obblighi familiari, poteva accettare o rifiutare il dono.

 

Nelle classi più agiate, addirittura, la consegna dell'anello, era effettuata dagli sponsali, una sorta di mediatori che nei mesi precedenti avevano sondato il terreno tra le due famiglie per accertare che ci fossero  le condizioni per la buona riuscita del fidanzamento. Questo momento non è da confondere con quello della promessa, che avveniva con modalità e tempi differenti.

 

Anche se a noi può sembrare poco romantica una situazione di questo tipo, conoscere queste usanze ci fa capire come l'utilizzo di un anello come simbolo di unione e di impegno non sia da attribuire ad abili strategie di marketing di famose gioiellerie internazionali. Quindi, a quanto pare, il primo anello importante per un matrimonio non è la fede, almeno in ordine cronologico.

 

Sulle modalità e i tempi di consegna lascio libertà  agli ometti all'ascolto, anche se vi consiglio di drizzare le antenne in prossimità di un anniversario, le donne sono molto abili a disseminare indizi su cosa amerebbero ricevere (se la vostra Lei si ferma ad osservare tutte le vetrine di tutte le gioiellerie del centro oppure vi racconta spesso di quanto siano belli i solitari delle sue migliori amiche preparatevi, si aspetta che facciate la vostra mossa!).

anelli di fidanzamento colorati

Non serve accendere un mutuo per comprare un anello di fidanzamento, una fedina sottile in oro bianco sarà sufficiente come pegno d'amore, ma visto che ne stiamo parlando...parliamo di pietre preziose! Le gemme, così si definiscono i minerali colorati utilizzati per i lavori di gioielleria, vengono considerate più o meno preziose in base al loro colore e alla loro rarità. Limpidezza, colore e lavorazione sono gli elementi che connotano come preziosa una pietra, sia di origine minerale, animale (corallo e perle) oppure vegetale (ambra ad esempio).

 

Per gli anelli di fidanzamento, nell'ultimo secolo è andato per la maggiore “il solitario”: diamante trasparente di estremo pregio che troneggia su un anello d'oro. Il diamante è considerato la pietra più resistente tra tutte, per questo sarebbe utilizzato per simboleggiare un amore puro e indistruttibile. Si può scegliere solo un anello di fidanzamento con un diamante incastonato? Non necessariamente! A seconda dei gusti di chi lo riceverà, potete scegliere una pietra di forma e colore diversi:

 

  • acquamarina (pietra azzurra);
  • alessandrite (rosso-verde);
  • ametista (viola);
  • eliodoro (giallo);
  • giada (verde);
  • lapislazzulo (blu);
  • rubino (rosso); smeraldo (verde);
  • topazio (giallo, azzurro, rosa, arancio);
  • turchese;
  • zaffiro (blu)

 

Numerosissimi i tagli che si possono dare alle pietre, a seconda del colore e delle caratteristiche ottiche. Il più classico è il “taglio a brillante”, che comprende 32 faccette sulla corona (la parte superiore) e 24 sul padiglione. I tipi e le forme di taglio servono per esaltare il modo in cui la pietra brilla, rinfrangendo la luce.

tagli delle gemme

Dove si porta l'anello di fidanzamento? Come per la fede, di zona in zona le abitudini cambiano, ma in linea di massima possiamo dire che andrebbe portato all'anulare sinistro. Le ragazze possono poi decidere di rimetterlo sulla mano sinistra una volta sposate, insieme alla fede, o se cambiare dito, ma il consiglio è di lasciare le mani prive di altri gioielli il giorno delle nozze!

 

L'anello di fidanzamento scandisce un momento dolcissimo ed importante, è bello sognare di fronte al “Tiffany setting” - l'anello di fidanzamento più famoso di sempre – ma ognuno potrà far felice la propria principessa con qualcosa di meno...oneroso? Solo, velo dico da donna, non lasciate che la vostra amata si perda un attimo così magico come la proposta di matrimonio, che vi vedrà in ginocchio di fronte a lei con in mano il vostro regalo prezioso!

anello di fidanzamento rosa

Non perderti gli aggiornamenti!

Iscriviti subito alla newsletter!

Aspetta! C'è dell'altro!

Hai trovato interessante questo articolo? Lasciami un commento!

Images Credits: donnaplanet.it; sposalicious.com; anellidifidanzamento.com; wikipedia

Sono Valeria Ferrari, wedding planner, e sono qui per organizzare il vostro grande giorno. Leggi di più...

I MIEI POST PIÙ LETTI
Vai alla raccolta

IN REGALO PER VOI
Il mio eBook gratuito
Mi sposo, e adesso?
IL MIO CORSO IN AULA
Wedpreneur Weekend

per i professionisti
del mondo wedding

BRIDAL STARTER KIT
TROVA NEL BLOG